Calendario

Nov
23
gio
CONVEGNO – PARTE I | ITALIA DEI FESTIVAL: PROSPETTIVE DI INTERAZIONI @ MO.CA Sala Alberi
Nov 23@11:00–18:00
CONVEGNO - PARTE I | ITALIA DEI FESTIVAL: PROSPETTIVE DI INTERAZIONI @ MO.CA Sala Alberi | Brescia | Lombardia | Italia

Incontro coordinato da Oliviero Ponte di Pino

Il panorama dei festival teatrali nell’ambito dell’arte performativa contemporanea è sempre stato molto vivo e decisamente peculiare se paragonato alle altre nazioni europee, sia per la loro capillare distribuzione regionale, sia per le loro innumerevoli funzioni, sia per il rapporto stretto coi pubblici.
A tre anni dall’uscita dei DM che hanno molto cambiato l’aspetto dei festival nazionali, si propone un momento di incontro per tracciare una fisionomia più precisa e dettagliata di come i festival si sono trasformati e come la scena italiana nel suo complesso ha reagito.
L’incontro si configura, anche, come una tavola rotonda che vuole porre le basi per un dialogo libero e – speriamo – duraturo tra i festival con l’obiettivo di focalizzare già da subito alcune tematiche che si ritengono rilevanti per il loro sviluppo: il rapporto con le nuove generazioni, le funzioni che svolgono o dovrebbero svolgere i festival, i rapporti coi pubblici ed i territori, la multi-disciplinarietà Vs cross-disciplinarietà, i rapporti tra gli stessi festival.

SERISSIMO METODO InBalìa/Michelangelo Dalisi @ MO.CA Salone delle Danze
Nov 23@15:00–16:00
SERISSIMO METODO InBalìa/Michelangelo Dalisi @ MO.CA Salone delle Danze | Brescia | Lombardia | Italia

tratto da “Serissimo Metodo Morg’hantieff” di Claudio Morganti
regia Michelangelo Dalisi
con Michelangelo Dalisi, Rosario Giglio
produzione Residenza IDRA/InBalìa
con il sostegno di NEXT, Regione Lombardia

durata: 60’

Serissimo Metodo è la storia di un nonno ed un nipote, di un Maestro e di un Allievo, di Anton Morg’hantieff e Vassili Claudienko, gli autori di un misterioso ‘metodo’ teatrale che illustra le differenze tra “teatro” e “spettacolo”, attraverso una serie di esercizi surreali, buffi, alcuni apparentemente insensati, coinvolgendo attivamente anche il pubblico.
Un viaggio ironico e spietato, profondo, attraverso la tradizione dei maestri, delle avanguardie, della ricerca e della tradizione, di un contrasto generazionale, che lascia agli spettatori molte delle risposte, celate negli esercizi e nella storia del ‘metodo’.
La partecipazione attiva del pubblico renderà lo spettacolo ogni volta unico, imprevedibile, nel ‘qui ed ora’ del tempo teatrale: il presente.

HAZE Image Collective @ MO.CA Spazio Teatro IDRA
Nov 23@19:30–20:45
HAZE Image Collective @ MO.CA Spazio Teatro IDRA | Brescia | Lombardia | Italia

studio per un monologo corale

regia e realizzazione scenica collettiva Image Collective

durata: 70′

Una performance visionaria dove il racconto si sviluppa in un fluire sincopato attraverso atmosfere conturbanti e sospese. America. Una famiglia come tante. Una notte si sentono degli spari. La polizia trova il padre riverso a terra morto. Il figlio non verrà mai più ritrovato. Durante il processo la madre racconta che in una delle solite liti domestiche il figlio di otto anni ha sparato al padre nel tentativo di difenderla per poi gettarsi dalla finestra. Invece di cadere, però, giura di averlo visto volare come un angelo. Haze è una sfida alla logica del nostro mondo standardizzato, per interrogarsi sulla giustizia del nostro vivere.

Non siamo debitori a tutti e lo siamo a molti. Non siamo contemporanei che a noi stessi perché il Contemporaneo è già morto nel momento in cui lo si pronuncia. Facciamo parte di quella cultura bastarda che non si riconosce in nulla perché ha finito per divorare anche le sue radici.

IO SONO. SOLO. AMLETO. InBalìa/Marco Cacciola @ MO.CA Spazio Teatro IDRA
Nov 23@22:00–23:30
IO SONO. SOLO. AMLETO.  InBalìa/Marco Cacciola @ MO.CA Spazio Teatro IDRA | Brescia | Lombardia | Italia

progetto e interpretazione Marco Cacciola
regia e drammaturgia a cura di Marco Cacciola e Marco Di Stefano
con testi originali di Lorenzo Calza, Michelangelo Dalisi, Letizia Russo
produzione Residenza IDRA /InBalìa

durata: 80′

Da un ipotetico regno dei morti un padre si rivolge a un figlio, per rivelare ciò che ha visto durante i suoi ultimi istanti di vita.
In questo non-luogo di passaggio sono destinati a cadere i morti personaggi dell’Amleto, ognuno portatore di un tema e di una rinnovata visione sulla vita e sulla morte, ognuno interpretato dallo stesso attore, solo.
La drammaturgia, la recitazione e la regia collaborano ad esplorare zone di confine, tra attore e personaggio, tra palco e platea, realtà e finzione, prendendosi il rischio di provare a conquistare l’essere, lo stare.
Una riflessione sull’Identità. La Solitudine. L’Arte.

Nov
24
ven
CONVEGNO – PARTE II | @ MO.CA Sala Alberi
Nov 24@10:00–14:00
CONVEGNO - PARTE II | @ MO.CA Sala Alberi | Brescia | Lombardia | Italia

Incontro coordinato da Oliviero Ponte di Pino

Il panorama dei festival teatrali nell’ambito dell’arte performativa contemporanea è sempre stato molto vivo e decisamente peculiare se paragonato alle altre nazioni europee, sia per la loro capillare distribuzione regionale, sia per le loro innumerevoli funzioni, sia per il rapporto stretto coi pubblici.
A tre anni dall’uscita dei DM che hanno molto cambiato l’aspetto dei festival nazionali, si propone un momento di incontro per tracciare una fisionomia più precisa e dettagliata di come i festival si sono trasformati e come la scena italiana nel suo complesso ha reagito.
L’incontro si configura, anche, come una tavola rotonda che vuole porre le basi per un dialogo libero e – speriamo – duraturo tra i festival con l’obiettivo di focalizzare già da subito alcune tematiche che si ritengono rilevanti per il loro sviluppo: il rapporto con le nuove generazioni, le funzioni che svolgono o dovrebbero svolgere i festival, i rapporti coi pubblici ed i territori, la multi-disciplinarietà Vs cross-disciplinarietà, i rapporti tra gli stessi festival.

5 MINUTES C&C Company – Dafne Musica – Image Collective – InBalìa – Jessica Leonello – Roberto Capaldo @ MO.CA Palazzo Martinengo Colleoni
Nov 24@19:00–20:00
5 MINUTES C&C Company – Dafne Musica – Image Collective – InBalìa – Jessica Leonello – Roberto Capaldo @ MO.CA Palazzo Martinengo Colleoni | Brescia | Lombardia | Italia

spettacolo site specific per un numero limitato di spettatori

SOLO IN PREVENDITA

durata: 50’

«Sono David. Ci sono donne e bambini nella casa. Uscite. Tra cinque minuti arriverà un missile».

5 minuti è il tempo che le autorità israeliane lasciano per l’evacuazione ai civili abitanti delle case che stanno per bombardare. Si tratta certo di un atto di civiltà, suggerito dagli USA nell’ambito della direttiva del “Roof-knocking”, che migliora – se così si può dire – le precedenti condizioni del conflitto palestinese/israeliano ma è indubbio che la cancellazione dei propri averi attraverso un bombardamento improvviso è un atto scioccante e brutale. Cosa vuol dire perdere tutto quello per cui si è lavorato per tutta la vita? Trovarsi da un momento all’altro per strada, magari con l’intera famiglia? E forse senza neanche capire bene il perché?
Il progetto non vuole essere un’indagine politica sulle ragioni di una guerra tanto complessa quanto devastante ma vuole porsi nella prospettiva dell’individuo che la subisce. Vuole risalire a quel principio di sradicamento che accompagna ogni migrazione. A tutti gli artisti coinvolti è stato chiesto di interpretare con la loro sensibilità che cosa succede in questi cinque minuti.

PRIMA DELLA BOMBA César Brie @ MO.CA Spazio Teatro IDRA
Nov 24@20:30–22:00
PRIMA DELLA BOMBA César Brie @ MO.CA Spazio Teatro IDRA | Brescia | Lombardia | Italia

di Roberto Scarpetti
regia César Brie
con Andrea Bettaglio, Catia Caramia, Massimiliano Donato, Marco Rizzo, Umberto Terruso
produzione Teatro di Roma – Teatro Nazionale e Campo Teatrale con il sostegno di Roma Capitale

durata: 90′

In un’affollatissima metropolitana di una grande città, Davide, un ragazzo italiano, coperto dal cappuccio della sua felpa, è pronto a farsi esplodere. Prima della bomba indaga e va alla ricerca dei motivi e delle cause che hanno portato il giovane a convertirsi all’Islam, a realizzare l’ordigno con i suoi amici Karim e Rafiq, rispettivamente un italiano convertito e un fondamentalista afgano, e a farsi saltare in aria. Un viaggio all’interno di una conversione che ha virato verso un credo più radicale ed integralista, di una crisi personale e dell’ideologia di chi voleva cambiare il mondo credendo che fosse in atto una nuova Shoah, con i musulmani al posto degli ebrei e con l’Occidente a fare la parte dei Nazisti.

LA LOTTA AL TERRORE CapoTrave @ MO.CA Salone delle Danze
Nov 24@22:30–23:30
LA LOTTA AL TERRORE CapoTrave @ MO.CA Salone delle Danze | Brescia | Lombardia | Italia

ideazione e drammaturgia Lucia Franchi, Luca Ricci
con Simone Faloppa, Gabriele Paolocà, Gioia Salvatori
scene e regia Luca Ricci

durata: 60′

La lotta al terrore è la storia drammatica e al contempo comica di un attacco terroristico ad un supermercato visto dall’esterno, dalla prospettiva di una sala riunioni comunale, dove all’improvviso giunge la terribile notizia.
Un’ora concitata, una totale unità di tempo e spazio, in cui un impiegato, il segretario comunale e il Vicesindaco elaborano numerose e a tratti improbabili strategie per rendersi utili. Tra imprevisti, assurde richieste e tensioni, la scrittura drammaturgica fa luce sull’inadeguatezza con la quale i tre protagonisti reagiscono alla situazione e indaga sulle paure umanissime che si celano sotto la nostra attuale e apparente tranquillità, pronte a emergere ogni volta che la minaccia diventa concreta.

LA VERITÀ, SOLO LA VERITÀ, TUTT’ALTRO CHE LA VERITÀ Roberto Capaldo @ MO.CA IDRA Work Space
Nov 24@23:30
LA VERITÀ, SOLO LA VERITÀ, TUTT’ALTRO CHE  LA VERITÀ Roberto Capaldo @ MO.CA IDRA Work Space | Brescia | Lombardia | Italia

performance per uno spettatore alla volta

di e con Roberto Capaldo

INGRESSO LIBERO

Qual è la verità? Come si racconta? Chi la detiene? Se dici la verità sei a posto con la coscienza? È necessario dirla sempre? Ma poi sei proprio sicuro che quella che dici sia proprio, proprio la verità?
Sicuro? Stai dicendo la verità? Sicuro, sicuro? Allora stai male? La verità ti fa male, lo sai?
(cantare allungando le “a”) Dimmi la verità … la verità.
La verità è che la verità si può dire solo in due modi: cantando, ma solo se si è intonati, perché altrimenti non l’ascolta nessuno, oppure sottovoce, come le battute di Shakespeare, perché altrimenti sei retorico. Ah! Ce n’è anche un terzo di modo: al confessionale, perché, forse, non la sente nessuno.

Nov
25
sab
EDUCAZIONE TRANSIBERIANA – TERZA TAPPA Davide Carnevali @ MO.CA Spazio Teatro IDRA
Nov 25@20:30–21:45
EDUCAZIONE TRANSIBERIANA – TERZA TAPPA Davide Carnevali @ MO.CA Spazio Teatro IDRA | Brescia | Lombardia | Italia

Anteprima

una creazione di Davide Carnevali
con Fabrizio Martorelli, Silvia Giulia Mendola, Federico Manfredi
produzione Teatro Franco Parenti

durata: 75′

Educazione transiberiana rappresenta la 3ª tappa del processo di creazione di Maleducazione transiberiana. Un progetto sul rapporto tra pedagogia e spettacolo, in particolare sull’influenza che fiabe, narrazioni, TV e media esercitano sull’immaginario comune a partire dall’infanzia, nell’ottica di un indottrinamento all’etica del lavoro, della produzione e del consumo. Si va da una rilettura postmoderna di Cenerentola al marketing di Peppa Pig, passando per un’indagine sulle condizioni di lavoro di Holly e Benji. Senza dimenticare la filosofia di Fourier, Marx, Brecht e Benjamin.

PROJECT MERCURY OHT Office for a human theater @ MO.CA Salone delle Danze
Nov 25@22:30–23:30
PROJECT MERCURY OHT Office for a human theater @ MO.CA Salone delle Danze | Brescia | Lombardia | Italia

idea, regia, scenografia Filippo Andreatta
di e con Chiara Caimmi, Sara Rosa Losilla / Isabella Mongelli
direttore di palcoscenico Massimiliano Rassu

durata: 50′

Isabella e Chiara si allenano per diventare astronaute e affrontare un’odissea spaziale. L’incapacità di affermarsi è latente in ogni loro gesto e parola. Eppure non demordono e la loro assenza di cinismo trasforma un asettico studio fotografico nello spazio siderale. Oscillando fra la terra e la luna, lo spettacolo diventa un meccanismo analogico che mette in relazione le due astronaute con James Bond e la prima trans pubblicata su Playboy.
Questo lavoro è il terzo capitolo della Performance Series di OHT.

5 MINUTES C&C Company – Dafne Musica – Image Collective – InBalìa – Jessica Leonello – Roberto Capaldo @ MO.CA Palazzo Martinengo Colleoni
Nov 25@23:30–Nov 26@00:30
5 MINUTES C&C Company – Dafne Musica – Image Collective – InBalìa – Jessica Leonello – Roberto Capaldo @ MO.CA Palazzo Martinengo Colleoni | Brescia | Lombardia | Italia

spettacolo site specific per un numero limitato di spettatori

SOLO IN PREVENDITA

durata: 50’

«Sono David. Ci sono donne e bambini nella casa. Uscite. Tra cinque minuti arriverà un missile».

5 minuti è il tempo che le autorità israeliane lasciano per l’evacuazione ai civili abitanti delle case che stanno per bombardare. Si tratta certo di un atto di civiltà, suggerito dagli USA nell’ambito della direttiva del “Roof-knocking”, che migliora – se così si può dire – le precedenti condizioni del conflitto palestinese/israeliano ma è indubbio che la cancellazione dei propri averi attraverso un bombardamento improvviso è un atto scioccante e brutale. Cosa vuol dire perdere tutto quello per cui si è lavorato per tutta la vita? Trovarsi da un momento all’altro per strada, magari con l’intera famiglia? E forse senza neanche capire bene il perché?
Il progetto non vuole essere un’indagine politica sulle ragioni di una guerra tanto complessa quanto devastante ma vuole porsi nella prospettiva dell’individuo che la subisce. Vuole risalire a quel principio di sradicamento che accompagna ogni migrazione. A tutti gli artisti coinvolti è stato chiesto di interpretare con la loro sensibilità che cosa succede in questi cinque minuti.

Nov
26
dom
PROGETTO NdN – NETWORK DRAMMATURGIA NUOVA @ MO.CA Sala Alberi
Nov 26@15:30–17:00
PROGETTO NdN - NETWORK DRAMMATURGIA NUOVA @ MO.CA Sala Alberi | Brescia | Lombardia | Italia

PRESENTAZIONE DEL LIBRO “NDN – NETWORK DRAMMATURGIA NUOVA”

INGRESSO LIBERO

NdN network è una rete nazionale che promuove un’azione di sostegno per la drammaturgia contemporanea italiana. Grazie al Bando Sillumina indetto dalla Siae il network ha pubblicato un volume dedicato al racconto del progetto NdN, dove le voci dei promotori, dei tutor e degli autori si incrociano per dare una visione esaustiva di come è nato e si è sviluppato il progetto. Un focus particolare è dato all’edizione 2016/17 con la pubblicazione dei 5 testi selezionati.
Nell’ambito di Wonderland Festival la presentazione del volume diventerà occasione per discutere di formazione, produzione e diffusione della drammaturgia contemporanea in Italia.
A seguire, verrà presentato lo spettacolo Opera Sentimentale della compagnia Angius/Festa, sul testo omonimo di Camilla Mattiuzzo, vincitrice dell’edizione 2016/17 di NdN.

Interverranno: Davide D’Antonio – Direttore artistico di Wonderland Festival, Renato GabrielliDocente di scrittura teatrale presso la Scuola Civica Paolo Grassi e Maximilian La Monica – Direttore Editoriale casa editrice Editoria e Spettacolo.

OPERA SENTIMENTALE Angius/Festa feat Woody Neri @ MO.CA Spazio Teatro IDRA
Nov 26@17:30–18:45
OPERA SENTIMENTALE Angius/Festa feat Woody Neri @ MO.CA Spazio Teatro IDRA | Brescia | Lombardia | Italia

di Camilla Mattiuzzo
progetto registico Matteo Angius, Riccardo Festa
interpreti Matteo Angius, Riccardo Festa, Woody Neri
produzione 369gradi

durata: 70′

In questa storia c’è una famiglia con un padre, una madre, un nonno e tre fratellini. Che la storia la fanno i vincitori è vero, ma spesso la fanno pure i sopravvissuti, quelli che restano e, quando gli chiedi, rispondono: è andata così. Dunque sono tre, i sopravvissuti. E per loro è andata così. Una fiaba. Un’opera. Sentimentale. Camilla Mattiuzzo vince il bando NdN Network Drammaturgia Nuova nel 2016/17 con questo testo. Per la messa in scena il progetto più convincente è quello della compagnia Angius/Festa che ha il compito di portarlo nelle piazze che fanno parte del network.

5 MINUTES C&C Company – Dafne Musica – Image Collective – InBalìa – Jessica Leonello – Roberto Capaldo @ MO.CA Palazzo Martinengo Colleoni
Nov 26@20:30–21:30
5 MINUTES C&C Company – Dafne Musica – Image Collective – InBalìa – Jessica Leonello – Roberto Capaldo @ MO.CA Palazzo Martinengo Colleoni | Brescia | Lombardia | Italia

spettacolo site specific per un numero limitato di spettatori

SOLO IN PREVENDITA

durata: 50’

«Sono David. Ci sono donne e bambini nella casa. Uscite. Tra cinque minuti arriverà un missile».

5 minuti è il tempo che le autorità israeliane lasciano per l’evacuazione ai civili abitanti delle case che stanno per bombardare. Si tratta certo di un atto di civiltà, suggerito dagli USA nell’ambito della direttiva del “Roof-knocking”, che migliora – se così si può dire – le precedenti condizioni del conflitto palestinese/israeliano ma è indubbio che la cancellazione dei propri averi attraverso un bombardamento improvviso è un atto scioccante e brutale. Cosa vuol dire perdere tutto quello per cui si è lavorato per tutta la vita? Trovarsi da un momento all’altro per strada, magari con l’intera famiglia? E forse senza neanche capire bene il perché?
Il progetto non vuole essere un’indagine politica sulle ragioni di una guerra tanto complessa quanto devastante ma vuole porsi nella prospettiva dell’individuo che la subisce. Vuole risalire a quel principio di sradicamento che accompagna ogni migrazione. A tutti gli artisti coinvolti è stato chiesto di interpretare con la loro sensibilità che cosa succede in questi cinque minuti.

Nov
30
gio
TROPICANA FRIGOPRODUZIONI @ Teatro Sant'Afra
Nov 30@20:30–21:30
TROPICANA FRIGOPRODUZIONI @ Teatro Sant'Afra | Brescia | Lombardia | Italia

un progetto di FRIGOPRODUZIONI
con Francesco Alberici, Salvatore Aronica, Claudia Marsicano, Daniele Turconi
scenografia Alessandro Ratti in collaborazione con Sara Navalesi

durata: 60′

Su un calypso orecchiabile e ritmato si innesta un testo di tutt’altra natura. Tropicana, brano del Gruppo Italiano, descrive un’apocalisse alla quale i presenti assistono senza quasi rendersene conto. L’inquietudine nascosta di Tropicana è quasi inafferrabile, avvolta com’è in una confezione leggera e ridente. Il concetto di un’angoscia, di un problema, di cui si percepisce la presenza, ma che non si riesce a identificare con chiarezza, tocca un nostro nervo scoperto. Di che parla davvero questa canzone? Perché nessuno ci ha mai fatto caso? Tropicana è un’immersione negli abissi, nel nero nascosto di una canzone. È la ricerca di un punto di contatto tra quel nero e questo attuale che ci sommerge.

SORRY, BOYS Marta Cuscunà @ MO.CA Spazio Teatro IDRA
Nov 30@22:30–23:45
SORRY, BOYS Marta Cuscunà @ MO.CA Spazio Teatro IDRA | Brescia | Lombardia | Italia

di e con Marta Cuscunà
progettazione e realizzazione teste mozze Paola Villani
assistenza alla regia Marco Rogante

durata: 75′

Nel 2008, 18 ragazze under 16 di una scuola superiore americana, rimangono incinte contemporaneamente. E sembra che non per tutte sia stato un incidente. Alcune delle ragazze avrebbero pianificato la gravidanza, come parte di un patto segreto, per allevare i bambini in una specie di comune femminile. Sorry, Boys si domanda qual è il contesto sociale in cui questo progetto virale di maternità ha potuto prendere il potere e riprodursi. (Liberamente ispirato a fatti realmente accaduti a Gloucester).

Dic
1
ven
MIO EROE Giuliana Musso @ Teatro Sant'Afra
Dic 1@20:30–22:00
MIO EROE Giuliana Musso @ Teatro Sant'Afra | Brescia | Lombardia | Italia

di e con Giuliana Musso
regia Giuliana Musso
collaborazione alla drammaturgia Alberto Rizzi
produzione La Corte Ospitale

durata: 80′

Il tema generale è la guerra contemporanea, il soggetto è ispirato alla biografia di alcuni dei 53 militari italiani caduti in Afghanistan durante la missione ISAF (2001- 2014), la voce è quella delle loro madri.
Le madri testimoniano con devozione la vita dei figli che non ci sono più, ne ridisegnano il carattere, il comportamento, gli ideali. Costruiscono un altare di memorie personali che trabocca di un naturale amore per la vita. Cercano parole e gesti per dare un senso al loro inconsolabile lutto ma anche all’esperienza della morte in guerra, in tempo di pace.

VESTIMI BENE E POI UCCIDIMI D’Angelo/Martinovic/Serli @ MO.CA Spazio Teatro IDRA
Dic 1@22:30–23:30
VESTIMI BENE E POI UCCIDIMI D'Angelo/Martinovic/Serli @ MO.CA Spazio Teatro IDRA | Brescia | Lombardia | Italia

Prima nazionale
spettacolo vincitore Premio Petroni 2016

testo di Federica D’Angelo e Marcela Serl
regia Marcela Serli
interpreti Federica D’Angelo e Ksenija Martinovic

durata: 60′

Una scena spoglia guarnita di fiori e abiti. Due Ofelie, due anime di uno stesso personaggio, a un tempo complementari e antagoniste, fanno il verso come in una cantilena alle raccomandazioni dei genitori. Si spogliano e si rivestono, per indossare abiti diversi, uno per ogni ricordo che le lega ad Amleto, alla madre o al padre. Fanno prove di donna come fosse un gioco di travestimenti e da bambine diventano adolescenti. Ofelia è colei che assiste, ma non esiste. Quale sarà l’abito della morte? Un viaggio immaginario dentro la sua mente, una dolce ma carnale preghiera in cui Ofelia scopre che amare non esclude farsi del male.

LA VERITÀ, SOLO LA VERITÀ, TUTT’ALTRO CHE LA VERITÀ Roberto Capaldo @ MO.CA IDRA Work Space
Dic 1@23:30
LA VERITÀ, SOLO LA VERITÀ, TUTT’ALTRO CHE  LA VERITÀ Roberto Capaldo @ MO.CA IDRA Work Space | Brescia | Lombardia | Italia

performance per uno spettatore alla volta

di e con Roberto Capaldo

INGRESSO LIBERO

Qual è la verità? Come si racconta? Chi la detiene? Se dici la verità sei a posto con la coscienza? È necessario dirla sempre? Ma poi sei proprio sicuro che quella che dici sia proprio, proprio la verità?
Sicuro? Stai dicendo la verità? Sicuro, sicuro? Allora stai male? La verità ti fa male, lo sai?
(cantare allungando le “a”) Dimmi la verità … la verità.
La verità è che la verità si può dire solo in due modi: cantando, ma solo se si è intonati, perché altrimenti non l’ascolta nessuno, oppure sottovoce, come le battute di Shakespeare, perché altrimenti sei retorico. Ah! Ce n’è anche un terzo di modo: al confessionale, perché, forse, non la sente nessuno.

Dic
2
sab
INCONTRI. 14 PASSI NELLE SCRITTURE Stalker Teatro @ MO.CA Salone delle Danze
Dic 2@21:00–22:00
INCONTRI. 14 PASSI NELLE SCRITTURE Stalker Teatro @ MO.CA Salone delle Danze | Brescia | Lombardia | Italia

progetto e regia Gabriele Boccacini
con Adriana Rinaldi, Stefano Bosco, Dario Prazzoli, Elisa Rocchietti e i partecipanti al laboratorio
musiche originali Riccardo Ruggeri

durata: 60′

Uno spettacolo umanamente e socialmente prezioso, ma anche esteticamente incantevole. I performer, con l’ausilio di pochi oggetti, interagiscono tra loro e con il pubblico con gesti e giochi dando vita a diversi quadri dallo svolgimento conciso ma sempre lirico, fantasioso, imprevedibile.
Una performance interattiva, dal forte impatto visivo, che si rivolge a un pubblico eterogeneo, curioso, attento alle novità.

SISTER(S) exvUoto teatro @ MO.CA Spazio Teatro IDRA
Dic 2@22:30–23:45
SISTER(S) exvUoto teatro @ MO.CA Spazio Teatro IDRA | Brescia | Lombardia | Italia

di Andrea Dellai
regia Tommaso Franchin
con Andrea Dellai, Giulio Morittu, Laura Serena
scene Paola Ghiano

durata: 70′

In un’improbabile Rovigo in Alabama non c’è molto da fare. Quattro vecchi, un cimitero, una stazione di benzina. A gestirla sono fratello e sorella. Come Hansel e Gretel diventati grandi, vivono ai margini della città, dove il futuro di qualsiasi individuo pare senza via di scampo. Proprio qui, dove nulla accade, l’acquisto di un frigorifero nuovo di zecca muta le sorti della vicenda, all’improvviso: lui, Bruno, apre il frigo e vi trova chiusa dentro la Madonna che gli dice di farsi suora. Come affrontare l’accaduto? Ci si può sottrarre ad una proposta del genere? È veramente un errore?

LA VERITÀ, SOLO LA VERITÀ, TUTT’ALTRO CHE LA VERITÀ Roberto Capaldo @ MO.CA IDRA Work Space
Dic 2@23:30
LA VERITÀ, SOLO LA VERITÀ, TUTT’ALTRO CHE  LA VERITÀ Roberto Capaldo @ MO.CA IDRA Work Space | Brescia | Lombardia | Italia

performance per uno spettatore alla volta

di e con Roberto Capaldo

INGRESSO LIBERO

Qual è la verità? Come si racconta? Chi la detiene? Se dici la verità sei a posto con la coscienza? È necessario dirla sempre? Ma poi sei proprio sicuro che quella che dici sia proprio, proprio la verità?
Sicuro? Stai dicendo la verità? Sicuro, sicuro? Allora stai male? La verità ti fa male, lo sai?
(cantare allungando le “a”) Dimmi la verità … la verità.
La verità è che la verità si può dire solo in due modi: cantando, ma solo se si è intonati, perché altrimenti non l’ascolta nessuno, oppure sottovoce, come le battute di Shakespeare, perché altrimenti sei retorico. Ah! Ce n’è anche un terzo di modo: al confessionale, perché, forse, non la sente nessuno.

Dic
3
dom
FAIL Francesca Franzè @ MO.CA Spazio Teatro IDRA
Dic 3@17:00–18:15
FAIL Francesca Franzè @ MO.CA Spazio Teatro IDRA | Brescia | Lombardia | Italia

Prima nazionale
spettacolo vincitore Premio Petroni 2017

concept Francesca Franzè
con Francesca Franzè e Davide Pini Carenzi
dramaturg Letizia Buoso

durata: 70′

La rilettura incarnata del legame tra me e mio padre, un imprenditore che lavorava il plexiglass, nel suo slancio a superare la crisi economica dal 2007 e il progressivo fallire dell’azienda. La scena nasce dalla necessità di rielaborare un materiale umano autobiografico e aprirlo all’universale. Si crea un prisma di figure – io, Francesca, il personaggio di me stessa; Davide, il personaggio di se stesso; i personaggi di chi era coinvolto – che affiorano, si riconoscono, scontrano e sostengono. Gli scarti di lavorazione si trasformano in tracce accese.

DES JOURS ANCIENS – RE-GARDE Compagnie MF (FR) @ MO.CA Spazio Teatro IDRA
Dic 3@20:30–21:15
DES JOURS ANCIENS – RE-GARDE Compagnie MF (FR) @ MO.CA Spazio Teatro IDRA | Brescia | Lombardia | Italia

di e con Francesco Colaleo e Maxime Freixas
produzione Artemis Danza

durata: 45′

In scena ci sono due uomini, specchio delle loro proiezioni, pronti a subire o ricevere, a dare o perdere, a essere manipolati, provocati, abbandonati. Una danza che consente di valicare i delicati confini che separano la giovinezza dalla vecchiaia, in un tempo sospeso tra gesto e poesia. Des Jours Anciens è l’espressione finale di un’indagine sul senso della vista e sui ricordi sbiaditi di un quadro nostalgico di impressioni. Un’osservazione da fanciullo pascoliano, priva di qualsiasi condizionamento e libera di potersi esprimere ed affermare.