BLACK LIGHTS – Tommaso Monza/Andrea Baldassarri

VEN 23 NOVEMBRE
ORE 22.00
Spazio Teatro IDRA

idea, regia/coreografia e interpretazione Andrea Baldassarri e Tommaso Monza
produzione NatiScalzi DT, Compagnia Abbondanza/Bertoni
con il sostegno di Teatro due Mondi (Faenza), Circuito del bando Cura 2017:
Residenza Idra (Brescia), Teatri di Vita (Bologna) e Stalker Teatro (Torino)
testi originali ispirati dai racconti diretti di immigrati e migranti presenti in Italia incontrati in diversi centri.
vincitore del Premio Miti Contemporanei Reggio Calabria

Durata 60′

Due interpreti attori/danzatori che giocano con due livelli narrativi: il primo è il piano del corpo, del gesto, della danza in controluce che diventa la metafora del viaggio del migrante; il secondo è l’altra faccia della medaglia, dove ci sono personaggi che con testi taglienti raccontano con sarcasmo il circo umano attorno al viaggio.
Lo spettacolo si snoda fra questi due livelli trovando un punto d’arrivo nella scena finale dal forte impatto visivo ed emotivo.
La scena è inondata da un controluce che lascia spazio ai personaggi e alle proiezioni di natura grottesca o pop.


NATISCALZI DT è un’associazione culturale formatasi ufficialmente nel 2017. I fondatori sono Claudia Rossi Valli e Tommaso Monza.

Andrea Baldassarri laureato con lode in Discipline dello Spettacolo – diploma mimo/danzatore – studia teatro classico e teatro-danza. Segue un percorso di studi con Abbondanza/Bertoni e Giorgio Rossi e seminari con Luise Frank, Lina della Rocca, Yves Lebreton, Roberto Castello, Charlotta Ofverholm, Hal Yamanouchi, Virgilio Sieni, Raffaella Giordano, Danio Manfredini. Lavora inizialmente nel teatro classico (prosa, commedia dell’arte, teatro ragazzi) per poi intraprendere un percorso nel teatrodanza. Lavora tra gli altri con Pippo Delbono, Franco Branciaroli, Giorgio Barberio Corsetti, Charlotta Ofverholm, Vincenzo di Bonaventura, Antonio Catalano, Stefano Poda, Hugo de Ana, Pier ’Alli. Dal 2009 al 2011 fa parte della compagnia Abbondanza/Bertoni. In seguito lavora in progetti di Tommaso Monza: ROD – progetto Kazakistan, Terzo Impatto, Alma Ata, Under Talgar’s Peack, Sketches of Freedom, Storie naturali. 2014 Jupiter and Beyond – progetto MDV di Nicola Galli (debutto a Castiglioncello). 2015 è protagonista in La colpa, spettacolo teatrale di Markus Zohner Theater Compagnie (Lugano). 2015 The Cycles – A2 Company (Anton Mirto e Alit Kreiz). Il suo lavoro sviluppa anche come videomaker e nelle arti visive.

Tommaso Monza si forma come scultore all’Accademia di Belle Arti di Brera, e si avvicina successivamente al teatro-danza e alla danza contemporanea studiando con Compagnia Abbondanza/Bertoni, Julien Hamilton, Roberto Castello, Ivan Wolf, Liat Waysbort, Loren Potter. Lavora come danzatore e collaboratore per la Compagnia Abbondanza/Bertoni dal 2005 e con la Compagnia Ambra Senatore dal 2010. Nel 2010 inizia un proprio percorso coreografico. Nel 2012 fa parte del progetto Choreoroam Europe. Dal 2012 lavora al suo progetto ROD – Three Units on Kazakhstan, finalista al Premio Equilibrio Roma 2014. I suoi progetti vengono presentati in Italia ed Europa. Nel 2014 firma insieme a Claudia Rossi Valli Mary’s Bath, spettacolo coprodotto da Compagnia Abbondanza/Bertoni e vincitore del Palio Poetico Ermo Colle 2015. Sempre nel 2015 è coreografo selezionato per il progetto Anghiari Dance Hub con il progetto Sketches of Freedom. Nel 2016 fonda insieme a Claudia Rossi Valli la Compagnia NATISCALZI DT, attualmente impegnata nel progetto Lo Schiaccianoci. Nel 2016 è finalista al premio prospettiva danza con il progetto Sketches of Freedom. Nel 2016 vince il bando CURA per le residenze col progetto Black Lights. Nel 2017 fa parte del percorso formativo Choreographic Dance organizzato da Aterballetto, collabora con il coreografo egiziano Mohamed Yousry Shika al progetto Dimmi in Movimento e crea per il Vignale Monferrato Festival il progetto site-specific Valzer dei fiori e altre danze. Tommaso Monza è sostenuto da molteplici strutture di residenze in Italia.

CLICCA QUI PER ACQUISTARE IL BIGLIETTO IN PREVENDITA ONLINE

La danza nel teatro, è come la poesia nella vita.
Riesce a raccontare quello che le parole non riescono a dire.

Did you like this? Share it: